PENSIERI NEGATIVI AUTOMATICI

Sapete che ogni pensiero che abbiamo invia dei segnali elettrici attraverso il cervello? 

Già, i pensieri hanno vere e proprie proprietà fisiche: sono REALI

Influiscono in modo significativo su ogni cellula del nostro corpo. Se la mente è carica di pensieri negativi, il nostro corpo e in particolare il sistema libico profondo ne sarà influenzato e ci causerà dei problemi come irritabilità, depressione, ansia fino a vere e proprie malattie fisiche

Imparare a CONTROLLARE e DIRIGERE i nostri PENSIERI è uno dei modi più efficaci per sentirsi meglio.

La mia RICETTA è basata sulla mia personale esperienza con i clienti che seguo e sull’approfondita conoscenza del funzionamento del corpomente e si basa principalmente sul miglioramento di 2 aree:

  1. Modelli di pensiero 
  2. Legami

PENSIERI NEGATIVI AUTOMATICI

In questo articolo parleremo del primo punto, perché dovete sapere che il nostro stato mentale ha un certo colore o sapore che dipende dal tipo di pensieri che facciamo e istantaneamente si traduce in uno stato fisiologico emotivo e inevitabilmente questo avrà delle ripercussioni sui nostri legami.

Edgar Cayce diceva:

“I pensieri sono cose e, a seconda del movimento delle loro correnti, possono diventare crimini o miracoli”

E aveva ragione! Per questo dobbiamo essere estremamente attenti ai nostri pensieri e ricordarci sempre che noi siamo prima di tutto e più di tutto MENTALI, niente è più predominante dei nostri pensieri e hanno il potere di rendere le nostre vite straordinarie o drammatiche, dipende solo da loro e quindi dipende solo da noi! 

Eppure c’è chi ancora crede nella genetica, nella fortuna, nella sfortuna e nel destino. Anche qui questione di scelte, lasciamo chi crede di non poter far nulla della propria vita alle loro convinzioni depotenzianti e concentriamoci su quello che possiamo fare per rendere la nostra vita EMOZIONANTE.

A tal proposito è doveroso accennare alle ricerche del biologo cellulare Bruce Lipton, il quale fece una sorprendente scoperta sui meccanismi biologici attraverso i quali le cellule ricevono ed elaborano le informazioni: infatti, piuttosto che controllarci, i nostri geni sono controllati, sono sotto il controllo di influenze ambientali al di fuori delle cellule, inclusi i pensieri e le nostre credenze.

Questo prova che non siamo degli “automi genetici” vittimizzati dalle eredità biologiche dei nostri antenati. Siamo, invece, i co-creatori della nostra vita e della nostra biologia. Lipton descrive questa nuova scienza, chiamata epigenetica, nel libro “La Biologia delle Credenze” che vi invito a leggere, è davvero entusiasmante, forse il libro più bello che abbia mai letto, in cui conferma che abbiamo un potere immenso.

Risulterà ora chiaro il motivo per cui voglio che voi lavoriate sui vostri PENSIERI AUTOMATICI NEGATIVI (PAN)

Cosa sono i PAN?

Sono pensieri cinici, negativi e dolorosi che sembrano autogenerarsi senza il nostro controllo. Sono pericolosi in quanto radicati nel nostro subconscio e in grado di limitare e depotenziare anche le nostre migliori intenzioni.

I PAN possono creare malumore e fatalismo. 

Vi faccio un esempio di PAN: 

“So già che non passerò l’esame martedì”

Questo genere di pensiero è come una PROFEZIA che tende ad AUTOAVVERARSI: se qualcuno si è già convinto che non supererà l’esame, probabilmente non studierà abbastanza e non lo passerà veramente. Chi è sempre triste e depresso, non si aspetterà che accadano cose belle, dunque non si sforzerà abbastanza per farle accadere.

L’angoscia interiore causata dai pensieri negativi determina un nostro atteggiamento che allontanerà gli altri da noi, causando un ulteriore isolamento e negatività. 

Al contrario pensieri e atteggiamenti positivi ci aiuteranno a diffondere un senso di benessere che renderà più facile agli altri entrare in contatto con noi.

QUELLO CHE CI PASSA IN TESTA DURANTE IL GIORNO DETERMINA UN COMPORTAMENTO CONTROPRODUCENTE O VANTAGGIOSO. PUNTO.

Purtroppo nessuno ci ha insegnato a dare importanza ai nostri pensieri o a mettere in discussione le idee che ci attraversano di continuo la mente. Pochi capiscono quanto siano importanti i pensieri, per cui lo sviluppo di modelli sani di pensiero è lasciato completamente al caso. 

PENSIERI NEGATIVI AUTOMATICI

E ora vediamo insieme quali sono i 9 PAN più frequenti e più dannosi, il vostro compito sarà per adesso quello di INDIVIDUARLI ogni volta che li mettete in pratica:

  1. Pensare in termini di SEMPRE/MAI: pensare usando parole come “sempre, mai, nessuno, tutti, tutto”.
  2. Focalizzarsi sul NEGATIVO: vedere solo il lato negativo di ogni situazione. 
  3. Fare previsioni negative: prevedere sempre il peggio di ogni situazione.
  4. Leggere nella mente: credere di sapere quello che gli altri pensano, anche se non l’ hanno ancora detto.
  5. Pensare con le sensazioni: credere ciecamente alle sensazioni senza mai metterle in discussione.
  6. Colpevolizzarsi: pensare usando parole come “devo, dovrei, avrei dovuto, dovrò”
  7. Etichettare: applicare un’etichetta negativa a sé o agli altri.
  8. Personalizzare: attribuire ad eventi innocui un significato personale.
  9. Scaricare le colpe: incolpare gli altri per i nostri problemi.

Ecco questi sono i PAN, pensieri negativi automatici più frequenti, e, ora che li conoscete e sapete quanto stanno ostacolando la vostra vita

SEGUITE IL MIO CONSIGLIO : STATENE LONTANI!

PENSIERI NEGATIVI AUTOMATICI