#EIACULAZIONE PRECOCE

Viviamo in un mondo sempre più frenetico, dove la “fretta” è alla base di ogni nostra giornata: lavoro, famiglia, palestra, studio. Abbiamo così tanto accelerato i nostri ritmi da non riuscire a rallentarli neanche durante i momenti di piacere.

A quanti di voi è capitato di pensare a tutte le cose da fare durante il giorno nel bel mezzo di un rapporto sessuale con il vostro partner?

È molto difficile spiegare il concetto di eiaculazione precoce, nonostante sembrerebbe inequivocabile da riconoscere e, se la causa fosse solo la vita frenetica basterebbe rallentare un attimo per far sparire il problema ma le cose non funzionano esattamente così. Di certo un momento di piacere deve essere rispettato e ha bisogno del suo tempo.

Al contrario dei luoghi comuni il fattore determinante che caratterizza l’eiaculazione precoce non è il “tempo” ma il “controllo sull’impulso orgasmico”.

In altre parole possiamo affermare che la velocità (o precocità) è una condizione per cui un uomo è incapace di esercitare un controllo volontario sul suo riflesso eiaculatorio, con il risultato che, una volta eccitato sessualmente, raggiunge molto rapidamente l’orgasmo.

Ci troviamo di fronte all’ennesima situazione in cui il “controllo fa perdere il controllo”.

Le cause:

Le cause dell’eiaculazione precoce possono essere sia di natura fisica che psicosomatica.

Cosa fare?

Il primo passo è quello di rivolgersi ad un professionista (medico generale o andrologo) il quale prescriverà gli esami che riterrà più opportuni da eseguire per escludere o confermare patologie di tipo fisico.

Nel caso in cui venisse esclusa ogni tipo di causa organica, bisogna rivolgersi allo specialista più vicino ( Psicologo esperto in disfunzioni sessuali) con il quale iniziare un percorso terapeutico integrato in cui si lavorerà su vari aspetti e per tappe stabilite:

1.Ridimensionando l’aspetto ansiogeno più o meno strutturato (Ansia da prestazione)

2. Approfondendo gli aspetti relazionali della persona;

3. Attraverso un lavoro basato sulle mansioni (esercizi risultati altamente efficaci per il trattamento di questo disturbo) di desensibilizzazione e controllo sui propri impulsi.

Potrai trovare un capitolo dedicato al rapporto tra l’ansia e la vita sessuale nel libro “L’Ansia Può Salvarti” di Francesca Frascarelli disponibile su Amazon in particolare nel capitolo “SESSO SENZA ANSIA” a cura della Dr.ssa Giuseppina Pollino, psicologa e sessuologa.

Troverai informazioni e consigli pratici di valore che ti aiuteranno a comprendere più a fondo la situazione che stai vivendo e magari, perché no, a migliorarla anche.

Ricordati che tutto quello che leggerai NON va a sostituirsi all’intervento di uno specialista.

Buona lettura!