Chi sono?

Chi siamo?

Come siamo? 

Perché siamo così?

Sono proprio queste le domande che ci ossessionano continuamente e tormentano la nostra vita. 

Da psicologa sono profondamente contraria a tutte quelle definizioni che diamo a noi stessi che non fanno altro che bloccarci in schemi prefissati e rigidi.

In più credo anche che uno dei limiti della psicologia classica è stata proprio quella di ostinarsi a ricercare spiegazioni e cause remote dei nostri problemi. 

Ritengo che oggi ci sia bisogno di una psicologia diversa, una psicologia pratica, che offra soluzioni veloci a tutti. 

Ma non sarebbe meglio iniziare a dirci:

“Sono così come sono e mi piaccio proprio così”.

Spesso mi chiedono se il mio lavoro è curare i “matti”, rispondo che  il mio lavoro è tutto altro, la mia è una psicologia rivolta a chi vive a metà strada tra lo star bene e lo stare male ma ha deciso che è ora di dare una svolta alla propria esistenza per poter vivere una vita emozionante.

Sto vedendo troppe persone rovinarsi la vita, sprecarla a causa dei loro pensieri e delle emozioni e, ogni volta che succede, provo una grandissima delusione e, a volte, anche rabbia. 

Non voglio più provarla o perlomeno voglio poter aver fatto di tutto per evitare quel bruttissimo senso di “impotenza”. 

Ora che so come stanno le cose, ora che so quanto la mente sia decisiva, non posso lasciare che rimangano così, l’epilogo molto spesso non mi piace affatto. 

La soluzione ai nostri disagi è molto più semplice di quella che stiamo cercando. Stiamo andando in una direzione sbagliata, è questa la verità.

Possiamo guarire la nostra vita a partire dal modo in cui gestiamo le nostre emozioni.

La cosa assurda è che ci preoccupiamo di cosa, quanto e come mangiare ma mai dei nostri pensieri. Eppure pensiamo 24 h su 24 h mentre mangiamo solo 3 volte al giorno.

Occuparsi di noi stessi è difficile ma è anche decisivo se vogliamo vivere una vita piena e autentica.

Sono i continui pensieri negativi che ti frullano in testa senza che ce ne accorgiamo ad ostacolare la tua vita ed impedirci di vivere la vita che meritiamo. 

Credo sia il momento di cambiare ORA.

Domani è troppo tardi.

Domani è mai.

Psicologia Atipica